Non Buttare l’acqua della pasta, scopri a cosa può servire

Tutti conosciamo le proprietà dell’acqua, ma forse non tutti sanno quanto queste proprietà si arricchiscano durante la cottura della pasta. I sali minerali e l’amido che si disciolgono mentre cuciniamo un bel piatto di spaghetti rendono l’acqua di cottura adatta a tanti riusi, alcuni forse più conosciuti, altri che vi sorprenderanno. Vediamo insieme allora perché non buttare l’acqua di cottura e a cosa può servirci.

In cucina

L’acqua di cottura della pasta può essere utilizzata per diluire tutti quei condimenti che risultano troppo asciutti, dando loro più morbidezza, rendendo più facile amalgamare la salsa nel piatto.
Può essere usata per preparare l’impasto del pane o della pizza. Eh già, perché l’acqua di cottura solitamente è già salata e quindi è perfettamente idonea alla preparazione di impasti senza dover aggiungere sale.

Può essere utilizzata come brodo di base per molte preparazioni come zuppe o minestre e perché no può essere usata per la cottura a vapore.
Qual’ora l’acqua di cottura sia senza sale, può essere tranquillamente usata come liquido di ammollo di legumi secchi.
E’ addirittura possibile fare dell’acqua della pasta una bevanda, fatela raffreddare in frigorifero ed aggiungete dello sciroppo d’acero, sarà buonissima.
Infine non potevamo dimenticare il riuso che le nostre nonne ci hanno insegnato, cioè quello di utilizzare l’acqua della pasta per lavare i piatti a mano, sarà sufficiente versare l’acqua nel lavandino o in un contenitore ed aggiungere il normale detersivo, in questo modo sprecheremo meno acqua e sfrutteremo il potere sgrassante l’acqua di cottura.

In giardino

Se l’acqua è senza sale, e ovviamente dopo che sia raffreddata, può essere utilizzata per innaffiare le piante in giardino o sul balcone; può essere usata che per innaffiare le piante dell’orto.
Salata e versata ancora calda è invece utile per liberarsi delle erbacce, un buon diserbante naturale

Per la cura della persona

L’acqua di cottura della pasta, ricca di amidi, è particolarmente efficace per la cura dei capelli. Sarà sufficiente preparare un impacco con questa acqua e tenerlo in posa per almeno 15 minuti prima di procedere al consueto lavaggio, i capelli risulteranno più morbidi del normale.
Può essere utilizzate per preparare un pediluvio, aggiungendo all’acqua della pasta l’olio essenziale alla lavanda, si avrà un’azione emolliente e rigenerante.

Un’idea in più

Se in casa avete dei bambini o vi piace fare lavoretti con le mani, l’acqua della pasta può essere utilizzata anche per preparare la pasta di sale e realizzare simpatiche creazioni artigianali.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*